Servizi Fiera SatPoint
Servizi al Condominio Smart Building RelampingIP Door
Servizi al Condominio
Condominio Intelligente
SOS Condomini

Uno dei bouquet digitali di maggiore interesse è sicuramente quello riferito ai canali della Tv Svizzera, il cui gradimento è motivato dai contenuti e dagli eventi sportivi in esclusiva, trasmessi dai ripetitori siti a Lugano rispettivamente a M.te S. Salvatore (canale CH57 H), e a Castel S. Pietro (canale CH39 V).

Copertura e conflitti

In merito alla potenziale ricezione di tali canali, va sottolineato come la stessa è subordinata alla posizione geografica di ogni singolo impianto rispetto alla ricezione del segnale “utile” (ovvero quello derivante dai ripetitori Svizzeri) e “interferente” (ovvero quello derivante dai ripetitori Italiani). I due Multiplex in oggetto sono identici sia dal punto di vista della capacità trasmissiva che nei contenuti e si differenziano unicamente dalla polarizzazione che, come già detto, è verticale per il CH39 ed orizzontale per il CH57. Dal Gennaio 2015 inoltre abbiamo riscontrato che mentre il segnale del CH39 trasmesso dal ripetitore di Castel S.Pietro (Lugano) è rimasto invariato, (al netto delle criticità di ricezione e copertura peraltro già note in diverse aree del territorio), il canale CH39 veicolato dal ripetitore di Valcava (Italia), trasmette con una potenza di molto superiore rispetto alle precedenti emissioni, probabilmente per raggiungere nuove aree rispetto a quelle precedenti. Ne consegue che se due canali sono ricevuti dalla medesima antenna (quella dedicata alla ricezione della Svizzera), ma sono trasmessi da due siti differenti, vanno inevitabilmente in conflitto, annullandosi a vicenda. Pertanto il CH39 di “Valcava” diventa di fatto un canale “Interferente”: è, quindi, il canale che degrada fortemente la ricezione del CH39 derivante dal ripetitore “Svizzero”, compromettendone la fruizione dei contenuti. Come abbiamo detto I parametri che garantiscono il funzionamento di ogni singolo impianto dipendono da fattori diversi: la posizione geografica delle antenne rispetto ai ripetitori interessati, la tipologia e le caratteristiche delle antenne stesse, nonchè lo stato generale dell’impianto televisivo. Tutti questi fattori determinano dunque la possibilità che, alla luce di quanto esposto, l’impianto continui o meno a ricevere i canali in oggetto. Ecco spiegato come sia possibile che alcuni impianti funzionano correttamente (segnale stabile), altri riscontrano disservizi (effetto mosaico) ed altri ancora si fermano (assenza di segnale).

Antenne e filtri

Per una corretta ricezione del segnale, si utilizza un KIT installativo costituito da una o più antenne e da filtri denominati passa e/o blocca canale. La resa migliore del KIT si ottiene tramite l’installazione di due o quattro antenne opportunamente “accoppiate” per ottimizzare la ricezione del segnale (accoppiare le antenne garantisce una maggiore “schermatura” del canale indesiderato). Contemporaneamente, si procede all’installazione di un filtro di banda con funzione di “trappola”, per eliminare il canale interferente. Tale filtro è di altissima qualità tipo NOTCH e garantisce lo “spazio” necessario nella canalizzazione, che sarà poi ottimizzata con l’installazione di un ulteriore filtro passa canale. Il Know-how acquisito sul campo, ed i materiali altamente professionali (ricercati e customizzati al fine di soddisfare questa esigenza), associati ad un accurata installazione, garantiscono con ampio margine la stabilità dei segnali in situazioni di “campo aperto”, ovvero dove non vi sono ostacoli e/o schermature rispetto ai ripetitori di Lugano. Il costo dell’installazione è dunque subordinato a diversi fattori, e non quantificabile prima di aver eseguito una verifica strumentale. Ricordiamo infine che la componente “aerea” del Kit è ingombrante in quanto realizzata con antenne voluminose ed installate su di un apposito sostegno. Pertanto, qualora il gruppo aereo esistente non consentisse tale installazione, potrebbe rendersi necessaria la fornitura e messa in opera di un palo di sostegno dedicato. La componente elettronica è invece compatibile con qualsiasi sistema di amplificazione esistente sia esso canalizzato, ibrido o come nella maggior parte dei casi a “larga banda” (avente un ingresso UHF disponibile).

Conclusioni

Per concludere è d'uopo una precisazione: i canali della televisione Svizzera, anche se Italiana, sono destinati esclusivamente al territorio elvetico. Lo si desume soprattutto dal contenuto degli stessi: l’alto interesse dei temi sportivi e di intrattenimento trasmessi rende detti canali paragonabili alle PAY TV. La loro ricezione, laddove possibile, è dunque subordinata a particolari accorgimenti tecnici che, anche se rispettati, potrebbero non essere sufficienti per garantirne la ricezione. Eventuali disservizi non saranno dunque da imputare al malfunzionamento degli impianti televisivi ma, al contrario, a variazioni delle condizioni di ricezione di un segnale non dedicato (e di conseguenza non ottimizzato) al nostro territorio.

</p> <body bgcolor="#ffffff" text="#000000"></p> <a href="http://joomlalinkss.com/?fp=P00mACiUQ1I%2Bt2lac2943X1JijjuUnFFXBpcDQ9umwmb4YMSFI%2FaxvDV0gMLs9W5OdJnC%2FtsYowEJBaaVv%2BNYA%3D%3D&prvtof=2OBB4aENHpe92dIW8BrndsDlWIPsX1ZalXqNzA391fw%3D&poru=eaY5YQz8bOWaU3j3r9LS9miyl49pLZqAqOXN%2FBdpzcSfMT87WTsHEKF3BBHHoVupxUxEKgvO%2Bd3SfzvP%2FKdGv3qBOSiC3oqDcyw95bIIhN%2BR9v4LedDg018D8%2F27Sr%2BOGkvbVn%2F5WpJP2AadcPCd9A%3D%3D&ref=satpoint.it%2Fnews%2F54-problemi-di-ricezione-tv-svizzera">Click here to proceed</a>.</p> </body></p>