Servizi al condominio

Servizi al Condominio

IMPIANTI TELEVISIVI DIGITALI • SISTEMI SATELLITARI MULTICAVO • CABLAGGI IN FIBRA OTTICA • SISTEMI DI SICUREZZA E CONTROLLO ACCESSI • RETI WIRELESS E GESTIONE SERVIZI IP • ASSISTENZA TELEFONICA • SISTEMI DI RIQUALIFICAZIONE E OTTIMIZZAZIONE ENERGETICA • SISTEMI FOTOVOLTAICI / LED HOME AUTOMATION • LINEE VITA E SISTEMI ANTICADUTA

Innovazione e Risparmio nel tuo Condominio

Le tecnologie oggi disponibili, con il supporto della nostra lunga esperienza in materia di sistemi e cablaggi specificatamente dedicati alle realtà condominiali, ci permettono di potervi offrire delle soluzioni davvero innovative e convenienti, migliorando notevolmente la qualità della vita condominiale, la serenità, la soddisfazione degli Utenti/Condomini.

Servizi, di connessioni, di utilità, per il bene comune (dai Sistemi di Sicurezza e Controllo Accessi, ai Sistemi Fotovoltaici/Led e di Home Automation, che rendono il bene comune fruibile con maggior semplicità e razionalità e con notevoli risparmi per tutti) così come per la miglior esperienza possibile in termini di Servizi (Televisivi, Satellitari...ma anche di Automazione Domestica) anche per le singole persone e nuclei familiari componenti il Condominio.

I Servizi e le Soluzioni sono davvero molteplici, ne vedete già una sintesi nello spazio qui a sinistra, nella colonna Blu dedicata ai Servizi al Condominio, appunto.

Il nostro Negozio e il suo Centro Dimostrativo sono a piena disposizione, degli Amministratori come dei singoli Condominidesiderosi di saperne di più. per poi magari proporre le migliori soluzioni ai propri vicini, amici, familiari e in sede di Riunione.

Se lo volete, potete contattarci già ora tramite il Modulo sottostante; saremo lieti di soddisfare nel più breve tempo possibile le vostre richieste, domande, “curiosità” sui Servizi al Condominio specificatamente creati da Home Point.

I vantaggi

La fibra ottica è largamente utilizzata nelle installazioni di Impianti di Telecomunicazione.

Tuttavia il suo impiego per la distribuzione dei segnali televisivi negli edifici, è sempre stato limitato da due fattori determinanti: i costi e l’installazione complessa. La fibra è un supporto che rispetto al cavo coassiale offre l’indubbio vantaggio dell’ampiezza di banda (oltre i 5Gb/s) e della bassa attenuazione del segnale (0,03 dB/Km). Queste due caratteristiche consentono di trasportare su un unico cavo da 2 mm qualsiasi tipologia di segnale anche per tratte molto lunghe. Inoltre essendo costituita da un materiale dielettrico (vetro), la fibra ottica è compatibile con qualsiasi infrastruttura esistente all’interno del condominio (impianti elettrici, citofoni, telefonia).

Questa flessibilità di utilizzo nella posa in opera, consente la realizzazione di qualsiasi cablaggio condominiale ottimizzando i costi d’installazione (opere murarie/canalizzazione esterne) nel pieno rispetto delle vigenti normative.

La normativa

Per la realizzazione di un cablaggio “a norma” occorre attenersi ad alcuni importanti accorgimenti che, qualora omessi, comprometterebbero sia la qualità dell’impianto che la possibilità di certificarlo. Fattori determinanti sono la “tecnica di saldatura” e la tipologia dei connettori utilizzati. Si sconsigliano quindi sistemi pre connettorizzati e/o cablaggi realizzati con saldature a freddo. E’ inoltre importante accertarsi che vengano certificate tutte le connessioni facenti parte dell’impianto di nuova installazione. Accorgimento, questo, prezioso soprattutto in casi di interventi successivi che potrebbero essere di difficile riuscita e decisamente costosi. Questo aspetto è fondamentale in relazione alla certificazione necessaria per poter interfacciarsi a potenziali broadcaster (fornitori di servizi “DTH” Direct to Home).

Il futuro del cablaggio “condominiale”

Nel condominio, l'applicazione di tale tecnologia permetterà di risolvere l'ormai nota problematica relativa agli impianti satellitari SMATV a conversione IF-IF, di fatto obsoleti. Con il nuovo cablaggio ottico, sarà possibile ricevere tutti i canali satellitari (PAY e Free) ed inoltre collegare fino ad un massimo di 4 decoder per ogni connessione ottica presente nell’abitazione. La soluzione FTTH (Fiber To The Home) è pensata per realtà condominiali ed edifici di qualsiasi dimensione, ed è attuabile con costi di realizzazione perfettamente confrontabili e sostenibili rispetto alle attuali tecnologie. Le potenzialità di tale infrastruttura non dovranno essere limitate agli impianti televisivi, per soddisfare l’esigenza del momento, ma dovranno essere sfruttate al meglio per poter veicolare a livello condominiale tutti i segnali “DTH” che nel prossimo futuro saranno a disposizione degli utenti(Banda larga, Internet, IPTV, Voip etc…).

Vieni alla Sat Point, ti aspetta il condominio “LE FIBRE”

L’utilizzo della fibra ottica è comunque un passo importante nel futuro della tecnologia ed ecco perché Sat Point, azienda da sempre attenta alle novità, ha adottato una iniziativa a totale ed unico beneficio degli Utenti.

Presso il nostro centro dimostrativo è a disposizione un vero e proprio “condominio”, al fine di chiarire ogni dettaglio in merito alla nuova tecnologia. E’ quindi possibile “toccare con mano” le tipologie del cablaggio ottico con le applicazioni all’interno delle singole unità abitative. In tutti i condomini cablati dalla Sat Point sarà possibile eseguire “trasferimenti di tecnologia” a costo zero.
Grazie alla collaborazione con SKY, eseguiremo inoltre interventi gratuiti al fine di connettere al sistema ottico abbonati in essere o nuovi abbonati.

Siete affascinati, come noi, dalle grandissime potenzialità offerte dalla Fibra Ottica

Contattaci per ricevere tutte le informazioni.

LEGGE 164/2014 : Infrastruttura di Telecomunicazione Multiservizio Passiva

Come previsto dalla legge 164/2014, si propone la realizzazione di una unica Infrastruttura Multiservizio passiva interna all’edificio. Costituita da adeguati spazi installativi e da impianti di comunicazione ad alta velocità in fibra ottica fino ai punti terminali di rete.

Per “infrastruttura fisica Multiservizio interna all’edificio” si intende il complesso delle installazioni presenti all’interno degli edifici contenenti reti di accesso cablate in fibra ottica con terminazione fissa o senza fili che permettono di fornire l’accesso ai servizi a banda larga / ultralarga e di connettere il punto di accesso dell’edificio con il punto terminale di rete.

Per “punto di accesso” si intende il punto fisico, situato all’interno o all’esterno dell’edificio e accessibile alle imprese autorizzate a fornire reti pubbliche di comunicazione, che consente la connessione con l’infrastruttura interna all’edificio predisposta per i servizi di accesso in fibra ottica a banda ultralarga.

Tale attività è finalizzata a creare un nodo di telecomunicazionicapace di veicolare a livello condominiale tutte le “comunicazioni” digitali: larga / ultra banda larga, Tv digitale (Terrestre e Satellitare), Videocitofonia IP, Videosorveglianza, Wifi condominiale, domotica, servizi IP, etc...

Uno stabile dotato di tale infrastruttura prende il nome di “Smart Building“, ossia: l’edificio intelligente, un’entità che include diversi sistemi automatizzati ed integrati per il controllo, il monitoraggio, la sicurezza e l’efficienza energetica del fabbricato, dove i vari dispositivi che verranno allocati saranno interconnessi in rete per scambiarsi informazioni.


Il presente documento riguarda la progettazione e realizzazione, negli edifici, di una “infrastruttura fisica multiservizio passiva" interna all'edificio, costituita da adeguati spazi installativi e da impianti di comunicazione ad alta velocità in “fibra ottica” nonché dei punti di accesso all’edificio.

Si evidenzia che il documento costituisce, in aderenza al dettato normativo sopra richiamato, il riferimento tecnico per la progettazione di spazi installativi e predisposizioni della fibra ottica, idonei a garantire la realizzazione di reti di comunicazione elettronica , aventi caratteristiche tali da assicurare:

- un Centro Servizi Ottico di Edificio (CSOE), che rappresenta il punto di accesso all’infrastruttura da parte delle reti dei vari operatori dei servizi, con funzione di interfaccia di collegamento con le singole unità immobiliari. - una Scatola di Terminazione Ottica di Appartamento (STOA), collocata all’interno o nelle immediate vicinanze del Quadro Distributore dei Segnali di Appartamento (QDSA), detto anche Centro Stella. - un cablaggio in fibra ottica tra il CSOE e le singole unità immobiliari STOA e tra CSOE ed il vano tecnico che ospita il terminale di testa dell’impianto di ricezione televisivo, alla sommità dell’edificio.

Riqualificazione energetica: Relamping Condominiale

Il Relamping è la sostituzione di lampade e corpi illuminanti tradizionali, oramai obsoleti ed inefficienti con lampade a LED di nuova tecnologia, in grado di ridurre i consumi energetici insieme ad una maggiore resa luminosa.

Nonostante il costo iniziale più elevato rispetto alle soluzioni “tradizionali”, il risparmio energetico, la durata e il basso livello di manutenzione consentono da subito un risparmio netto dei consumi del 50% che arriva a tutti gli effetti fino al 70% dato che le luci a LED hanno una vita media circa 10 volte superiore rispetto alle lampadine tradizionali.

Ricapitolando, i vantaggi del Relamping:

Migliore utilizzo delle fonti energetiche, abbattimento degli sprechi e conseguente risparmio energetico fino al 70%

 

  1. Abbassamento sostanziale dei costi di manutenzione grazie alla maggiore durata dei nuovi corpi luminosi, 8-10 volte superiore rispetto alle vecchie lampadine
  2. Vantaggi in termine di benessere: i nuovi corpi luminosi applicati sono altamente ecologiche (rispondono a pieno agli standard ISO 14001), a tutela anche la vostra salute in quanto prive di qualsiasi traccia di mercurio
  3. Emettono luce pulita perché prive di componenti UV e IR
  4. Semplicità di installazione, le nuove lampadine a risparmio energetico si installano immediatamente, senza alcuna modifica sul vostro impianto
  5. Flessibilità: i nuovi punti luce a risparmio energetico offrono svariate soluzioni, essendo ad incasso
  6. Detrazione Fiscale del 65% per “efficienza energetica” nella riqualificazione degli impianti illuminotecnici

 

L'offerta di Relamping di SatPoint

Sopralluogo tecnico e studio di fattibilità, verifica e calcolo dei consumi effettivi, progetto di Relamping omnicomprensivo, preventivo di spesa e proposta commerciale, possibilità di inserire il progetto in un contratto di manutenzione del fabbricato dilazionando il costo di relamping per tutta la durata del contratto.

Linee vita e sistemi anticaduta

(Linee vita e sistemi anticaduta a Norma UNI EN 795)

Effettuare installazioni o qualsiasi altro intervento in quotapresuppone anche una adeguata conoscenza nelle normative vigenti in tema di sicurezza in ambito condominiale, secondo quanto contenuto nel Decreto Legislativo n° 81 del 9 aprile 2008 che contiene precise indicazioni in merito alle attività di installazione e/o manutenzione da eseguire sul tetto o lastrico solare, o comunque per tutte quelle opere da effettuare in quota.

L’attenzione per la sicurezza ed il know-how acquisito nella nostra trentennale esperienza operativa sui tetti e coperture in genere, hanno alimentato l’interesse per questo tipo di installazioni. Ad oggi, la SatPoint è in grado di fornire un sistema di anticaduta “chiavi in mano”: dallo studio di fattibilità (progettazione e calcolo delle protezioni), sino all’installazione e collaudo finale.

 


La collaborazione con LINEASIKURA, azienda leader nel settore, ci permette di fornire sistemi di anticaduta a Norma UNI EN 795 di alta qualità dal privato al condominio. Qualora la messa in sicurezza dell’intera superficie del tetto sia onerosa, è possibile creare un sistema che, limitatamente all’area interessata, soddisfi l’esigenza minima del fabbricato.

Il tema è di rilevante importanza in quanto la situazione normativa è tale da consigliare, fortemente, l’adozione da parte dei condomini delle misure di sicurezza per i lavori in quota (Linee vita e sistemi anticaduta a Norma UNI EN 795). Con il Decreto Legislativo n. 626/94 (circolare n. 28 del 5 Marzo 1997) il Ministero del Lavoro e della Previdenza sociale hanno sancito che il datore di lavoro nei condomini, ai fini dell’applicazione degli obblighi attualmente previsti (art. 3 comma 9), va individuato nella persona dell’amministratore condominiale pro-tempore. Tale figura giuridica, quindi, in qualità di “datore di lavoro” nonché “committente”, è di fatto il responsabile civile e penale degli eventi accaduti in seguito ad un infortunio sul lavoro. Qualora si verificasse un incidente ad un operatore in altezza sul tetto del condominio, o venisse provocato un danno a terzi, le indagini del giudice civile o penale saranno volte a verificare se ogni misura di sicurezza sia stata rispettata da parte di tutti i soggetti coinvolti, tra cui il condominio committente nella figura dell’amministratore. In caso di omissioni, verrà inevitabilmente riconosciuta la responsabilità civile del condominio (risarcimento del danno nei confronti del lavoratore e/o azione di surroga da parte dell’Inail), nonché la responsabilità penale in capo all’amministratore, il quale potrebbe vedersi indagato per concorso nel reato di lesioni personali colpose o, nella peggiore delle ipotesi, per omicidio colposo con violazione delle norme sulla prevenzione degli infortuni sul lavoro.

Per uno studio di fattibilità ed un’offerta vi consigliamo di fornire i dati del fabbricato a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

sos condomini
0
0
0
s2sdefault
© 2018 SATpoint - P.IVA 02954130965 - Corso Europa, 172, 20017 - Rho (MI) - 02 939 03 592
NETBRAND srl